Matéo Mornar, Galerie Zurab Tsereteli Mosca

25/09/2013  Cultura

Mostra dal 26 settembre al 17 ottobre 2013



Matéo Mornar, scultore

Matéo Mornar è uno scultore contemporaneo di fama mondiale. Di origine croata, vive e lavora a Monaco.

Con una formazione di grafico e arredatore d'interni, dal 1990 questo artista si è dato definitivamente alla scultura, in particolar modo alla scultura monumentale.

I suoi soggetti prediletti sono “la donna”, alla quale rende omaggio creando opere monumentali intrise di dolcezza e di generosità. La scultura con soggetti animali è un altra tematica cara all'artista, con rappresentazioni anche qui in formati grandi.

Appassionato per il proprio lavoro, produce opere incessantemente. L'artista è sempre alla ricerca di novità, del bello, del puro e del vero.

A caccia anche di nuove forme e tecniche, l'artista non esita a cambiare stile. Per esempio, dopo aver lavorato a lungo e studiato le forme rotonde, Mornar ora si accosta a un'arte più cubica, più spigolosa.

In parallelo alla sua attività di scultore, l'artista impartisce anche corsi nel suo laboratorio. Due giorni la settimana, i giovani ma anche i meno giovani possono venire a vivere un'esperienza incredibile con l'arte.

Da Monaco a Mosca...

La Galerie Zurab Tsereteli a Mosca espone le opere di Matéo Mornar dal 26 settembre al 17 ottobre 2013.

Verranno rappresentate una cinquantina di sculture. Tra queste, una decina di sculture monumentali recenti di animali: il cavallo alto 6 metri, Pegaso, l'orso bianco (5 metri), il rinoceronte ( lungo 6 metri), l'ippopotamo (replica in formato natura di quello dello zoo di Monaco) o ancora l'inno alla vita, dedicato alla donna.

Le opere più monumentali sono esposte all'esterno della galleria.

Durante la mostra verranno organizzate varie serate concerto con giovani musicisti.

S.A.S. il Principe Alberto II di Monaco, in visita ufficiale in Russia dal 4 al 6 ottobre 2013, visiterà la mostra durante il suo soggiorno ufficiale.

Ogni opera è siglata da S.A.S. il Principe Alberto II, e la metà dei proventi ottenuti con la vendita delle opere verrà devoluta all'omonima fondazione.

Per ulteriori informazioni: www.mornar.com

Numero di visite : 357