LeaderBoard 1 LeaderBoard 2

Prodotti biologici, Terre de Monaco

27/06/2017  Ambiente

Orti urbani biologici che spuntano sui tetti e le terrazze del Principato



Nella primavera del 2016 Jessica Sbaraglia fonda Terre de Monaco, una start-up dedicata all’agricoltura biologica. Un anno dopo, le superfici coltivate nel Principato dalla start-up si estendono per più di 1400 m2: una delle più grandi proprietà agricole urbane private al mondo! Retrospettiva su un’ammirevole iniziativa cittadina.

Il Principato di Monaco si estende su meno di 2 km2: è un micro-Stato dalla densità urbana tra le più elevate al mondo. Jessica Sbaraglia, cittadina svizzera, vi abita dal 2010. A un certo punto ha un lampo di genio: perché non creare un’oasi verde sui tetti piatti, i balconi e le terrazze delle palazzine del Principato?

Nella primavera del 2016 la giovane si avvale di una piattaforma di "crowdfunding" per finanziare il suo progetto. Il raccolto è buono poiché in appena due mesi riesce a raccimolare più dei 25 000 euro che le servono per avviare la start-up, battezzata, com’è ovvio che sia, Terre de Monaco. Nel giro di poco spunta un orto biologico nei giardini della Fondazione Albert II, su 30 m2 che rendono protagonista la frutta del Sud e le specie regionali, come gli olivi, gli aranci e le violette, rispettando la volontà di Terre de Monaco di affermarsi gradualmente nel territorio. In parallelo, Jessica affina il suo modello economico aziendale. Per le superfici ridotte, crea orti ad hoc garantendone la manutenzione in cambio di un importo annuo forfettario. Per gli appezzamenti più grandi, la terra viene affittata (con denaro o a suon di cestini di frutta e verdura).

Un anno dopo, il bilancio è entusiasmante: con una superficie coltivata di 1400 m2, Terre de Monaco è una delle maggiori aziende agricole urbane private al mondo!  Oltre alla Fondazione Albert II di Monaco e l’hotel Monte-Carlo Bay, partner fin dall’inizio, la start up lavora per numerose scuole, hotel, per le Caisses Sociales del Principato...Per Marcel Ravin, cuoco stellato del ristorante Blue Bay dell’hotel Monte Carlo Bay, l’orto di Jessica è ovviamente diventato una fonte prediletta di prodotti freschi e biologici che danno vita  alle sue suggestive ricette; il meraviglioso orto ospita inoltre degustazioni sotto forma di pic-nic e laboratori introduttivi per bambini. Il celebre paesaggista Jean Mus ha ideato i giardini dell’iconica Tour Odéon, rivolgendosi anch’egli a Terre de Monaco perché piantasse un orto e ospitasse arnie e galline ovaiole. 

A maggio dello scorso anno è stato inaugurato un orto di 250 m2 presso il Centro Ospedaliero Princesse Grace per approvvigionare le cucine del nido e il personale del centro.

L’avventura è solo agli inizi! Volete un dettaglio per cogliere l’estro costantemente in cerca di novità di Jessica? A Montecarlo non c’é bestiame, solo tartarughe terrestri al Museo Oceanografico. Dopo averli analizzati, si è scoperto che i loro escrementi hanno qualità paragonabili a quelle delle pecore. Il loro letame verrà pertanto utilizzato per fertilizzare gli orti.

Dal mese di aprile Terre de Monaco vanta un banco al mercato della place d’Armes (il mercoledì e il sabato). E’ così possibile scoprire i suoi nuovi prodotti, tra pile di verdura, ciuffi di erbe aromatiche e micro-giardini piantati in casse di vino riciclate. Un’azienda da seguire da vicino.

Per ulteriori informazioni:

https://www.terredemonaco.com

Terre de Monaco

c/o DCS

13 boulevard Charlotte, 98000 Monaco

 

contact@terredemonaco.com

 

(+ 377) 93 30 30 45

 

(+ 33) 678 63 34 41

 

Numero di visite : 405