Un'estate ballerina a Monaco

10/07/2013  Cultura

Dal 10 al 19 luglio all'Opera Garnier i Balletti di Monte-Carlo interpreteranno una serie di opere che sottolineano la versatilità e l'eccellenza dei suoi ballerini.



Dal 10 al 12 luglio il pubblico potrà riscoprire « Vers Pays Sage » e « Shéhérazade » di Jean-Christophe MAILLOT in un'unica serata.

Il primo balletto è un omaggio generoso ed entusiasta del coreografo a suo padre Jean Maillot, pittore.

Con « Shéhérazade » Jean-Christophe MAILLOT regala un balletto dalle note orientali che trova nei fasti dorati della Salle Garnier la cornice perfetta. Sposando le ondulazioni infinite dello spartito di Rimski-Korsakov, questo balletto pare uscito da un racconto da mille e una notte.

Dal 17 al 19 luglio un programma ricco di tre opere diverse permetterà agli spettatori di sperimentare un ampio ventaglio di emozioni.

  • Rondo del coreografo svedese Alexander Ekman, con uno spettacolo ritmato traboccante di energia e inventiva ;

  • Blind Willow della norvegese Ina Christel Johannessenune, un'opera poetica e toccante che attraverso una scenografia in chiaroscuro esplora l'equilibrio del corpo.

  • Arithmophobia, la nuova creazione di Jeroen Verbruggen, giovane ballerino dei Balletti di Monte-Carlo, immergerà lo spettatore in una riflessione sulla paura dei numeri e la fine del mondo.

Dal 10 al 12 luglio alle 20,30

Salle Garnier – Opera di Monte-Carlo

« Vers Pays Sage » e « Shéhérazade » di Jean-Christophe MAILLOT

Dal 17 al 19 luglio alle 20,30

Salle Garnier – Opera di Monte-Carlo

Blind Willow di Ina Christel Johannessen

Rondo di Alexander Ekman

Arithmophobia di Jeroen Verbruggen

Per ulteriori informazioni : www.balletsdemontecarlo.com

Numero di visite : 613