Chabal inaugura una stazione sportiva connessa

Data di pubblicazione: 13/12/2019
L'ex rugbista internazionale ha messo a segno un nuovo spazio sportivo interamente connesso, in libero accesso e all'aperto sulla diga Rainier-III nel Principato

 

Indossate un pantaloncino e venite a esercitarvi

Sébastien CHABAL

L'ex rugbista internazionale ha optato per una riconversione nel fitness con la sua società Vivacity, che allestisce stazioni sportive ovunque in Francia. Per il Principato, ha congegnato una versione elettronica di questa stazione sportiva, battezzata Monamove, proponendo attrezzi collegati per facilitare la pratica sportiva...Questa nuova stazione sportiva e l'area giochi Parkour, situata sulla Nuova Diga, all'Esplanade Stefano Casiraghi, sono state inaugurate il 12 dicembre 2019 in presenza di Marie-Pierre Gramaglia, Consigliere del Governo-Ministro delle Infrastrutture, Ambiente e Urbanistica, Frédéric Genta, Delegato interministeriale responsabile della Transizione Digitale e l'ex rugbista della nazionale Sébastien Chabal.

La nuova stazione sportiva connessa, all'aperto e gratuita, si prefigge di facilitare e accompagnare la pratica sportiva per tutti grazie al digitale. Sotto l'impulso di Extended Monaco e cuore pulsante del programma Smart City, la stazione è dedicata al benessere dei monegaschi e dei residenti. Connessa all'applicazione mobile MonaMove, la stazione permette di misurare la propria attività fisica in tempo reale grazie a dei sensori installati su ogni attrezzo, e permette di personalizzare il proprio allenamento grazie a esercizi e programmi tematici ideati da Sébastien Chabal (rinforzo muscolare, postura, stretching...). 

La stazione è composta da 18 attrezzi e integra una stazione meteorologica completa (temperatura, umidità e qualità dell'aria). Sul fronte energetico, è autonoma al 100% ed è alimentata da un pannello solare.

Lo spazio Parkour, nuova area giochi destinata agli adolescenti (dai 5 anni in su) permette di praticare il Parkour, disciplina spettacolare nata negli anni 2000, ispirata agli Yamakasi di Luc Besson, su una superficie di 300 m2. I giovani possono praticarvi l'arrampicata e fare salti acrobatici in condizioni ottimali su vari attrezzi (gabbia di Gibbon, sbarra per i salti di precisione, sbarra per passaggi, palla per i salti di precisione, cubo per i salti di Tic-Tac...). Grazie a un flashcode,  è possibile accedere a filmati per una pratica ludica.

« L’area giochi Parkour, che permette di praticare una disciplina urbana libera, senza rischi, è volta a sviluppare attrezzature destinate ai giovani" osserva Marie-Pierre Gramaglia.

 Slider © Direzione della Comunicazione / Michael Alesi