I Giardini Saint Martin

Primo giardino pubblico a essere aperto nel Principato, nel 1816, è stato costruito su un terreno abbandonato per dare lavoro agli abitanti, nel periodo in cui il Principato era colpito da carestia.

In origine, i Giardini Saint-Martin erano un giardino tipicamente mediterraneo (pineta, querce verdi, mirti, pistacchi, …), successivamente sono stati completati con essenze esotiche fatte acclimatare al luogo.

Nascosto a livello inferiore della strada, tra il Museo Oceanografico e la Cattedrale, questo scrigno verde offre ai visitatori tante sorprese e vedute panoramiche eccezionali sul «Grande blu».

I suoi viottoli sinuosi e scoscesi sposano alla perfezione i fianchi della Rocca dei Grimaldi e offrono numerosi angoli di riposo ai passeggiatori. Al centro del giardino, i visitatori potranno anche approfittare di una pausa rinfrescante sui bordi del laghetto.
Specie vegetali eccezionali e sculture si associano in armonia, in questo sito particolare che associa arte e botanica. Su un promontorio, di fronte al mediterraneo, i visitatori possono scoprire una statua in bronzo, realizzata dall’artista Francis COGNE, che rappresenta il Principe Alberto 1o, il «Principe navigatore».

 Accessibilità: l’accesso per le persone a mobilità ridotta è situato di fronte alla cattedrale e davanti allo spiazzo del Museo Oceanografico. Attenzione tuttavia ad alcuni dislivelli un po’ forti.

Ingresso libero