Vedere

Shimabuku

Dal 19 febbraio al 3 ottobre 2021 alla Villa Paloma il NMNM presenta "La Sirena di 165 metri e altre storie" dell'artista giapponese Shimabuku.
Da venerdì 19 febbraio a domenica 3 ottobre 2021, Nouveau Musée National de Monaco - Villa Paloma

Shimabuku è nato a Kobe nel 1969. Ha studiato al College of Art di Osaka e successivamente all'Institute of San Francisco, prima di approdare a Berlino nel 2004 dove ha vissuto per dodici anni. Dal 2016 si è trasferito a Naha, sull'isola giapponese di Okinawa dalla quale proviene la sua famiglia.  

Dalle opere più antiche, ideate nella regione di Kobe, che paragona volentieri nella topografia alla Costa Azzurra, fino agli ultimissimi allestimenti eseguiti nel Principato, Shimabuku realizza le proprie opere alimentandole con un profondo interesse alle questioni ambientali. Durante i suoi viaggi, l'artista s'impossessa degli elementi paesaggistici o della cultura popolare per portare avanti azioni poetiche sperimentali, fondendo con una nota di umorismo prestazioni, musica e cucina. 
Quando a Fukuoka viene a sapere della leggenda e delle spoglie di una sirena dal corpo lungo 165 metri, decide di dare un seguito a questa storia e acquista una corda lunga anch'essa 165 metri. Questa corda, che porta appresso in tutto il mondo, gli permette di avvicinarsi alla donna-pesce e diventa un vettore che collega la finzione alla realtà, il passato al presente, e il Giappone ai vari paesi nei quali viene presentata l'opera. Dopo la sua acquisizione da parte del Nouveau Musée National de Monaco nel 2018, l'allestimento Je voyage avec une sirène de 165 mètres (1998- in corso) rappresenta il punto di partenza della mostra e si arricchisce di nuovi artefatti eseguiti a Monaco da vari autori invitati a loro volta ad appropriarsi di questa storia. 
***

La mostra prende le mosse da una leggenda medievale nipponica che narra la storia di una sirena dal corpo lungo 165 metri, che nel 1222 si arenò sulla spiaggia di Fukuoka, nel sud del Giappone. Questa leggenda è un pretesto per l'artista per dar vita a una dinamica creativa che spazia dagli allestimenti ai filmati, dalle sculture alle fotografie e i testi.

Si percorrono le vicende dell'artista girovago e i suoi racconti onda dopo onda, dal Giappone che gli ha dato i Natali al Principato di Monaco, passando dal Brasile, l'Australia e molti altri paesi. L'artista spazia in un mondo che reputa senza frontiere, un mondo nel quale le sirene incontrano gli uomini e ciascuno occupa il proprio posto, un mondo nel quale la poesia rende tutto possibile. Sviluppa un'estetica razionale nella quale ognuno dà il proprio contributo, rendendo l'opera narrativa e partecipativa e arricchendola a ogni mostra con nuovi artefatti.