Vedere

Il Trofeo Augusto

Dominando il Principato di Monaco a 1150 m, come un balcone sospeso sopra il Mediterraneo, da lontano la cittadina della Turbie sembra come fluitare nel cielo azzurro, spiccando per il suo gigantesco Trofeo di Augusto (35 metri di altezza!)

Il Trofeo di Augusto è stato edificato 2000 anni fa dai Romani per glorificare l’imperatore Augusto che aveva vinto le ultime tribù liguri. In origine misurava 49 metri ed era sormontato dalla gigantesca statua dell’imperatore.

Sito alla Turbie sull’Alpis Summa, alla frontiera tra la Gallia e l’Italia, funse da punto strategico sulla Via Aurelia e simboleggia l’unità e la potenza dell’impero romano. Utilizzato come fortezza nel XII secolo, venne poi smantellato da Luigi XIV e successivamente ridotto a cava di pietra, per poi essere restaurato da un generoso mecenate americano di nome Edouard Tuck.

La visita del Trofeo e al suo piccolo museo di Augusto è il fiore all’occhiello da non perdere in questa cittadina: scoprirete che il monumento era composto da una torre rotonda circondata da colonne doriche posate su un basamento quadrato che reca l’iscrizione dei 44 popoli sui quali i Romani ebbero la meglio durante la campagna di Augusto.
Oggi non rimane che una parte della torre, con le sue colonne e le sue aperture intermedie dove si collocavano le statue. Ciononostante, si tratta di bei resti, ancora assai impressionanti per chi ha un minimo di immaginazione!

Ai piedi del Trofeo, il paesino della Turbie ha serbato intatto il fascino del suo passato, in un’armonia nella quale si fondono con grazia lo stile medievale, quello classico e quello barocco.