Vedere

Feste di Natale intime ma gioiose

Data di pubblicazione: 26/11/2020
Per poter coniugare le festività con le restrizioni sanitarie, il Principato ha inventato un veglione che regalerà pillole di felicità all’aperto.

Il Principato non lascerà che la crisi sanitaria rovini le festività di fine anno, ed è per questo che Monaco cercherà di fare dell’Avvento un periodo festivo. Illuminazioni e presepi da ammirare dalla propria automobile o dietro la propria mascherina, boutique aperte tutte le domeniche di dicembre (in particolar modo il Métropole fino al 3 gennaio e Carrefour per tutto il mese di dicembre), luoghi da affittare privatamente per dei pasti con i famigliari, cerimonie religiose e molto altro. Natale si festeggerà senza che nessuno si lamenti!
Da questo week-end il Comune ha dato il via alle festività illuminando il Principato con i colori del Natale. Il sindaco George Marsa ha inaugurato le festività davanti all’abete della Place d’Armes. Il prossimo 3 dicembre sarà la volta della SBM sulla nuova piazza del Casinò. In tutto, sono 112 i motivi trasversali e 615 i motivi su lampioni allestiti nelle strade del Principato, con 19 scenografie: soffitti luminosi, soggetti in formato gigante o decorazioni a terra. La nozione di risparmio energetico è pienamente integrata nell’allestimento: le tecnologie di illuminazione più all’avanguardia sono state utilizzate (LED e microlampadine).

Applicazioni interattive

Monaco, Terra di Innovazione, è sempre in cerca di nuove tecnologie e non smette mai di stupire. Questo vale anche per i periodi festivi. Due sono le applicazioni interattive accessibili al pubblico: Playmagic e Playcolor Monaco. La prima permetterà all’utente, tramite la realtà aumentata, di fotografarsi con Babbo Natale davanti a una decorazione sfavillante o di giocare con alcuni personaggi. La seconda permetterà di diventare “il maestro delle luci” cambiando i colori di alcune illuminazioni.

Letterina di Babbo Natale

Nel Principato la segreteria di Babbo Natale apre i battenti: via mail o presso l’ufficio postale di Monaco, dal 23 novembre al 24 dicembre, e ogni letterina sarà oggetto di una risposta individuale! Rimboccatevi le maniche bambini, è ora di scrivere le vostre letterine o di inviare i vostri disegni. Depositate la vostra letterina nella buca situata nel centro commerciale del Métropole o in qualsiasi buca delle lettere del Principato. Se preferite il computer, Babbo Natale può anche ricevere email, scrivetegli su www.lapostemonaco.com. Per essere sicuri di ricevere una risposta, non dimenticare di inserire i vostri estremi!

Pista da pattinaggio mascherata sul Port Hercule

Per buona pace di tutti, la pista da pattinaggio aprirà i battenti il prossimo 4 dicembre fino al 7 marzo 2021. Ogni anno, sotto la guida del Servizio municipale dello Sport e delle Associazioni, lo Stade Nautique Rainier III si trasforma in pista da pattinaggio con una superficie da 1000 m2, per varie settimane. Per integrare l’allestimento principale, una pista di dimensioni più ridotte è stata riservata ai bambini. Questa permetterà ai più piccini di scoprire e capire il ghiaccio, con l’aiuto dei genitori, e di calzare piccoli pattini da inserire sopra le scarpe.

Villaggio natalizio in formato ridotto 

Visto il contesto sanitario attuale, e tenuto conto dei vincoli logistici che ne derivano, il Comune di Monaco, di concerto con l’Ufficio di S.A.S. il Principe Sovrano e il Governo principesco, non potrà mantenere il formato attuale del Villaggio di Natale. Un formato più ridotto verrà allestito sul porto di Monaco dal 4 dicembre 2020 al 3 gennaio 2021, con 4 attrazioni destinate ai bambini – la pesca delle ochette, la giostrina tradizionale, una nuova giostra chiamata “passeggiata in caribù” e un’altra a forma di abete. Sfortunatamente il mercatino di Natale non verrà aperto quest’anno.

 

È previsto che Natale cadrà il giorno 25 dicembre, e ciò non verrà deferito.

L'Arcivescovo di Monaco 

 

 Messe mantenute

Con una capienza ridotta della metà, è possibile che alcuni fedeli non possano partecipare alla Messa che desiderano, in particolar modo quella delle 18 (prediletta dalle famiglie) e quella di mezzanotte (prediletta dagli italiani) del 24 dicembre. La diocesi di Monaco non ha ancora stabilito gli orari delle messe, ma niente allarmismi: i preti potranno organizzare più cerimonie religiose del previsto per assecondare le richieste dei fedeli.